La casa natale di Santa Rita

Gli atti del processo di beatificazione non forniscono dati certi circa la casa in cui Rita venne alla luce. Il Cardinale Fausto Poli (nato ad Usigni, Poggiodomo, uomo di fiducia di Papa Urbano VIII) quando decise di istituire a Roccaporena un luogo di culto pubblico in cui fosse venerata Rita, fece riadattare a cappella la casa maritale, segno evidente che quella natale non esisteva più, forse distrutta dal sisma del 1599. Il primo a fare menzione della «casa dove nacque la Beata» fu padre Nicola Simonetti da Maltignano, uno dei primi biografi della Santa. Questi, nel 1697, dopo aver visto quella maritale trasformata in cappella, individuò la casa natale, che manteneva l’antico nome di “casa dei Mancini”.

 

MAGRELLI  Hotels & Restaurants

All’origine, c’è un piccolo ristorante nel centro città. Nel 1968 nasce il Monte Meraviglia Hotel, che dopo varie ristrutturazioni oggi è adatta per ospitare grandi gruppi con le sue 130 camere. Nel 2000, con il cambio generazionale viene costruita La Reggia Hotel, ideal per chi è in cerca di relax. Con la terza generazione che ha portato numerose novità come la gestione e ristrutturazione del Complesso Santo Antonio rinominato “La Corte” e delle relativa area sportiva “Magrelli Active Sporting Center”. Ogni Hotel ha al suo interno il proprio Ristorante. Le attività e la varietà di servizi collaterali offerti dal Gruppo Magrelli negli Hotel e nell’area della Valnerina, ne fanno un protagonista indiscusso dell’attività ricettiva della zona di Cascia e Norcia un punto di riferimento per gli operatori turistici.

Cascia si trova in Valnerina a circa 20 km da Norcia.

CASCIA E SANTA RITA

Inizialmente nel territorio comunale di Cascia sorgeva Cursula, centro romano distrutto poi dai barbari. Nel medioevo subì saccheggi di Bizantini e Longobardi. Come tante città umbre, l’apice del suo splendore fu nel medioevo. Ma la sua storia e cultura sono inscindibilmente legate alla storia e alla tradizione di Santa Rita, nata in una frazione di Cascia verso fne del 1300. Questo fa di Cascia uno dei centri spirituali più visitato e amato da pellegrini e devoti, che in ogni stagione sono attratti dalla Basilica e dalle celebrazioni della Santa.